11 anni
di contaminazioni

Seguici sui social!

3 giorni fa

AmbriaJazz Associazione Culturale

Quest'anno coltiviamo bellezza
#coltiviamobellezza ambriajazz2020
#emiliocasalini #valentinacapone #bellezza #comunedipiateda #festivaljazz #GenerazioneBellezza
#domenicoiannacone
... di piùdi meno

Vedi su Facebook

3 giorni fa

AmbriaJazz Associazione Culturale

Immagine di copertina di AmbriaJazz Associazione Culturale ... di piùdi meno

Vedi su Facebook
Ambriajazz Festival/Senza categoria /Borgo d’Ambria: Canti dialettali ma non solo

Borgo d’Ambria: Canti dialettali ma non solo

Borgo d’Ambria: Canti dialettali ma non solo

E’ ormai tradizione che l’ultimo sabato di luglio a mezzogiorno si approdi in Ambria,  quest’anno il trio scelto è quello di Loris Vescovo, ascoltati nell’igloo durante l’ICE Music Festival, a Giovanni sono piaciuti molto e ha subito ritenuto che il loro progetto fosse perfetto per il piccolo borgo in quota che dà il nome al Festival. Di Loris Vescovo si dice così:

E’ Loris Vescovo il segreto meglio custodito della canzone d’autore italiana che sceglie anche l’uso del dialetto… ? Probabilmente. Il friulano dottore in agronomia, con una voce che sembra il calco angelico di quelle di Nick Drake e Piers Faccini, scrive canzoni diabolicamente belle e intense. Folk blues per menti prensili, storie struggenti, ironiche, perfette sul cattivo vivere che ci assedi.  (Guido Festinese) 

Loris Vescovo canta storie in Friulano. E’ vincitore della Targa Tenco come miglior disco in “dialetto” del 2014 con Penisolâti.

Esordisce con Doi oms e une puarte nel 1998. Stemane Ulive (2002) e Borderline (2008) sono stati album finalisti al Tenco. E’ attivo sulla scena musicale con numerosi progetti trasversali, che includono la band multietnica dell’OrcheXtra Terrestre, il trio Straulino Fedele Vescovo, la collaborazione col poeta Raff BB Lazzara nell’onirico Verba Manent, e lo spettacolo Cjanta Vilotis sulle villotte friulane a fianco di Claudia Grimaz ed Antonella Ruggiero.

Ma in Ambria non sarà solo musica cantata perchè non potrebbe mancare la tradizionale performance dialettale di Luigi Zani. E quest’anno si aggiunge anche il passaggio dalla settimana dell’Acqua a quella dedicata all’Aria che si concretizza con l’escursione in compagnia di Tiziana Stangoni  nel primo pomeriggio (dalle ore 14:30), in caso di pioggia per fortuna ci sarà la Chiesa che ci accoglierà in un ambiente quasi intimo, piccolina ma bellissima, come già sanno coloro che ci sono stati.

Appuntamento quindi sabato 27 luglio per il concerto alle ore 12:00 in Ambria dove è possibile arrivare con le auto (strada percorribile senza permesso solo per la giornata di sabato ma il parcheggio non è grande ed è preferibile lasciare le macchine a Vedello, quindi raggiungere il borgo a piedi dove troverete la polenta preparata dalla Comunità, se ne volete è sufficiente iscriversi al momento dell’arrivo entro le ore 11:00). L’evento è in collaborazione con Comune di Piateda, Comunità di Ambria, Ass. Culturale l’Ghirù e Compagnia delle Foreste. Se non piove è Accessibile con Joelette –

 

 

 

          

 

 

 

 

 

 

No Comments

Leave a Reply