10 anni
di contaminazioni

Seguici sui social!

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating access token: Session has expired on Sunday, 19-Aug-18 13:23:54 PDT. The current time is Friday, 14-Dec-18 10:15:37 PST.
Type: OAuthException
Code: 190
Subcode: 463
Please refer to our Error Message Reference.

Parco delle Rimembranze

Ardenno

Ardenno appare come un piccolo comune con le frazioni sparse in sponda Retica, poco abitate, e con il fondovalle costellato di piccoli e medi insediamenti.
Nella storia è documentato come pieve di Ardenno, estesa dal Bitto fino a Berbenno, si ha memoria dell’antico castello di S. Lucio e di una torre vescovile dove si riscuotevano le entrate dei beni che il vescovo di Como possedeva in Valtellina. Nel medioevo il borgo era protetto e cinto di mura con ben due torri. Nel 1538 una rovinosa frana distrusse quasi tutto il paese. Il terribile smottamento si fermò davanti alla chiesa di S. Lorenzo, e la piazza, ancor oggi, presenta un rilievo più alto rispetto la zona limitrofa.
Oggi Ardenno è un paese che non regala facilmente i suoi tesori, che non si impone per spettacolarità. Al visitatore richiede pazienza e desiderio, che vengono premiati dalla scoperta di luoghi preziosi, intimi e nascosti, che testimoniano di radici antiche che né il tempo né la mano dell’uomo hanno cancellato.
Uno di questi luoghi è il Parco delle Rimembranze, piantato dietro le scuole elementari subito dopo la prima guerra mondiale, per ricordarne i caduti.  A ognuno dei tigli maestosi corrisponde un soldato e queste fronde hanno assicurato ristoro e frescura ai giochi dei tanti bambini che nell’arco di un secolo si sono succeduti nello svolgersi delle generazioni.
Un luogo raccolto, suggestivo e accogliente dove la musica trova il suo spazio ideale.

Eventi correlati

20/07 | PROG (Nostalgia Progressiva)