Archivio festival

Festival 2020

Perché “La Bellezza salverà il Mondo”  [Fëdor Dostoevskij].

“Coltivare Bellezza” è il tema scelto da AmbriaJazz per il 2020 perché in periodi complicati come questo che stiamo vivendo in cui la crisi sanitaria ed economica sta mettendo in difficoltà molte famiglie, abbiamo bisogno di Bellezza che ci aiuti a sopportare i drammi personali e sociali che ci affliggono.

E’ con la bellezza generata dalla musica che il Festival mette in comunicazione le persone usando il linguaggio universale che scaturisce dalla vibrazione delle note, perché la musica è alla base della vita, ogni essere umano ma anche animale, riconosce le pulsazioni ritmiche del cuore, ogni cellula viva (anche vegetale) produce vibrazioni per comunicare con quelle vicine. La Musica è una potente forma di comunicazione che opera direttamente sulle emozioni, così universale da essere compresa da ogni essere vivente.

In Provincia di Sondrio il Festival AmbriaJazz rappresenta attualmente la più consistente e diffusa proposta musicale jazz e contemporanea di qualità. Fin dal 2009 l’obiettivo principale ma non l’unico dell’Associazione è sempre stato promuovere la diffusione della musica Jazz in Provincia di Sondrio attraverso la realizzazione di concerti in luoghi di interesse storico culturale da valorizzare. Il pubblico, oramai fidelizzato, identifica il festival come garanzia di qualità musicale con attenzione alle nuove figure emergenti ed ai nuovi progetti del panorama jazzistico nazionale ed internazionale, anche quelli scaturiti dalle residenze artistiche creative che trovano ispirazione nel territorio valtellinese. Il Festival rappresenta un’occasione unica per essere aggiornati sull’offerta musicale internazionale restando in valle, per giunta fruendo gratuitamente dei concerti. Il Festival AmbriaJazz è un buon motivo per scegliere Valtellina e Valchiavenna come destinazione turistica per gli appassionati di tale genere musicale dove, oltre ai concerti, ritrovare anche tutte le altre ricchezze che la Provincia sa offrire.

E’ uno dei pochi progetti culturali condivisi dalle varie amministrazioni su scala provinciale che esporta un’immagine identitaria globale della provincia di Sondrio e su di esso si confida per dare risonanza alle locali iniziative di sviluppo sociale, culturale, turistico. Per la sua natura itinerante, il Festival riesce a parlare di identità valtellinese e valchiavennasca senza costringersi nelle difficili problematiche legate al fenomeno del localismo.

Da sempre nel Festival AmbriaJazz ogni concerto è realizzato in un luogo diverso per arrivare il più possibile vicino alla gente, dalla città alle piccole frazioni montane. La musica come linguaggio universale per unire le popolazioni, per parlare a tutte le categorie sociali, per arginare i danni della solitudine che spesso affligge i cittadini, specie i giovani e le donne. E’ pensando a loro che nasce il tema “Coltivare Bellezza” che in Valtellina è anche coltivare il territorio e tutto ciò che esso offre, per questo motivo il simbolo del Festival quest’anno sarà il grano saraceno, prodotto principe dell’agricoltura locale e perno su cui innestare e sviluppare molteplici temi tra cui il paesaggio ed il territorio alpino, le economie locali ed il turismo.

Il Festival diventa occasione per tutti di avvicinarsi alla musica, la fruibilità gratuita dei concerti e la realizzazione in luoghi sempre diversi ne agevola la partecipazione ma offre anche altri interessanti spunti quali i Concerti in Cammino ed i Trekking sui percorsi tematici di NOTE che negli ultimi anni hanno destato tanto interesse.  

In questa edizione la novità più importante consiste nel piccolo progetto “Germogli Sonori”, una sezione del festival dedicata al coinvolgimento dei bambini ma non solo. E’ un’idea alla quale AmbriaJazz approda dopo aver realizzato con soddisfazione, un laboratorio nella scuola primaria di Forcola, bambini ed adulti sono stati entusiasti dell’esperienza, l’attività offre la possibilità di riprendere il contatto durante la stagione estiva estendendo l’esperienza ai loro amici e replicandola nei paesi vicini, almeno quelli del plesso scolastico di riferimento che è l’Istituto Comprensivo di Ardenno ma pensiamo volentieri anche ad Ambria e altri Comuni aderenti al Festival che ne esprimano l’interesse.  “Germogli Sonori” si sviluppa attraverso laboratori esperienziali di musica e gioco rivolti ai bambini (ma inconsapevolmente anche agli adulti che li accompagnano) realizzati in collaborazione con l’Associazione Musica Viva di Sondrio (che annovera al suo interno eccellenti docenti e musicisti) nei tempi prossimi ai concerti del festival ed hanno anche valenza di preparare i piccoli all’ascolto (e gli adulti con loro). L’idea che AmbriaJazz ha in mente è offrire ai bambini in età scolare la possibilità di avvicinarsi alla musica in modo naturale portando all’attenzione delle famiglie, delle istituzioni e delle scuole la grande importanza che la musica assume nell’esprimere liberamente emotività, creatività, fantasia in modalità comunicabili e socializzabili, elementi importanti per la formazione delle persone di domani.  “Germogli Sonori” è l’inizio di un percorso di crescita ed un invito a coltivare l’esperienza musicale nelle varie scuole della Provincia. E’ coltivare nuovi musicisti ed il pubblico di domani.

Il Festival AmbriaJazz è importante veicolo per diffondere la conoscenza della musica di qualità e per promuovere la Provincia di Sondrio in tutti i suoi aspetti.

NOTA IMPORTANTE

L’anno 2020 è stato fortemente condizionato dal Covid, anche AmbriaJazz ha sofferto ma ha avuto il coraggio di chiedere aiuto e lo ha trovato nelle Istituzioni che si sono attivate per aiutare gli Enti del Terzo Settore. Se abbiamo superato le difficoltà è stato anche grazie a loro, alle Amministrazioni che hanno creduto in noi, il Comune di Piateda per primo e in qualità di capofila, i Comuni di Sondrio, Tirano, Morbegno, Berbenno di Valtellina, Castione Andevenno, Bormio, Ardenno, Poschiavo, oltre che alla tenacia e forza dei Volontari e all’aiuto delle associazioni con cui abbiamo collaborato.

share it!
Share on facebook
Share on twitter
Share on google
Share on email
Altri festival passati