Concerto tributo a Lucio Dalla

Auditorium S. Antonio Morbegno (SO) – Sabato 10 febbraio 2024 – ore 21:00

Foto di Luigi Ghirri

Costanza Alegiani voce, synth

Marcello Allulli sassofono tenore, live effects

Riccardo Gola contrabbasso, synth bass, live effects

Assolutamente da non perdere il prossimo emozionante concerto organizzato da AmbriaJazz nell’ambito della manifestazione Morbegno Musica 23/24, in collaborazione con il Comune di Morbegno e con il sostegno della Fondazione “Enea Mattei”.

Sarà l’acclamata cantante e interprete Costanza Alegiani a portare sul palco dell’Auditorium Sant’Antonio una serata magica e indimenticabile, dedicata a uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi: Lucio Dalla.

Il concerto, intitolato “Lucio dove vai?”, si terrà il 10 febbraio 2024 e sarà un omaggio alla sua straordinaria carriera e a un repertorio senza tempo.

Il trio Folkways di Costanza Alegiani, con Marcello Allulli al sax tenore e Riccardo Gola al contrabbasso, ridarà vita a canzoni come Anidride solforosa, Il coyote, La canzone di Orlando, ognuna delle quali «conserva un’anima irriducibile, senza compromessi, anarchica; e ognuna restituisce una storia dove le parole hanno il potere della poesia, che le tramuta in sogno, in bambino, in animali, in desideri, in uomo e donna, in mare. Il mare profondo che Lucio Dalla amava moltissimo, a cui ha dedicato alcune fra le sue note più ispirate.»

Dal progetto della cantante e compositrice romana, frutto della collaborazione con Valerio Corzani e Rai Radio3 per un evento speciale andato in onda nel decimo anniversario della prematura scomparsa del cantautore bolognese, è nato l’album omonimo prodotto da Fondazione Musica per Roma e Parco della Musica Records, uscito a marzo 2023. Ospiti eccellenti Antonello Salis e Francesco Diodati, vanta inoltre, in copertina, il contributo artistico del grande fotografo italiano Luigi Ghirri.

L’auditorium morbegnese, con la sua atmosfera intima e suggestiva, fornirà il contesto perfetto per questa straordinaria esperienza. Gli amanti della musica avranno l’opportunità di rivivere la magia delle canzoni di Lucio Dalla e di scoprire il talento unico del trio Alegiani Allulli Gola nel rendere omaggio a questo grande artista.

Appuntamento dunque a sabato 10 febbraio, alle ore 21:00, presso l’Auditorium Sant’Antonio. Info e biglietti disponibili online su ambriajazzfestival.it, con possibilità di tariffe ridotte per under 16 e sconto del 20% per studenti e musicisti.


Biglietteria on line: è possibile acquistare il biglietto fino alle ore 19:00 la sera del concerto.

Biglietto Intero € 22,00 (più costo del servizio)

Biglietto Under 16   € 5,00 (più costo del servizio)

Biglietto Ridotto 20% per Studenti e Musicisti € 17,60 (più costo del servizio) con codice coupon da richiedere alla mail   ambriajazzfestival@gmail.com

Biglietteria all’ingresso:  aperta dalle ore 20:00 la sera dello spettacolo, solo per i posti rimasti liberi, senza possibilità di scelta della poltrona. Non si accettano prenotazioni.
Biglietto Intero € 25,00

Biglietto Under 16 € 6,50

Biglietto Ridotto 20% per Studenti e Musicisti € 20,00 – con documento


Gli Artisti

Alegiani, Allulli, Gola
foto Musacchio, Ianniello & Pasqualini

COSTANZA ALEGIANI

Costanza Alegiani è una cantante e compositrice italiana, attiva principalmente nell’ambito della musica jazz contemporanea e della musica d’autore.

Tra le sue incisioni discografiche: Folkways (Parco della Musica Records, Giugno 2021), con M. Allulli, R. Gola, e con F. Diodati, F. Sferra ospiti. Grace in Town (Parco della Musica Records e Jando Music 2018), scritto a quattro mani con Fabrizio Sferra (con la partecipazione di R.Cecchetto, F.Diodati, F.Ponticelli, A.Gwis, F.Scettri). Il disco live Janis, registrato alla Casa del Jazz di Roma, per la collana di dischi Jazz Italiano Live 2016, iniziativa del gruppo editoriale L’Espresso di Repubblica, registrato con il gruppo Giovani Leonesse; il suo album di esordio come solista Fair is Foul and Foul is Fair (Improvvisatore Involontario 2014) ispirato al Macbeth e l’Otello di Verdi, registrato a Bruxelles. Oscene Rivolte (Parco della Musica Records 2019), di Paolo Damiani con l’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti di Paolo Damiani, ci cui ha fatto parte dal 2018 al 2020.

Tra i suoi progetti attuali: “Di cosa vive l’uomo: le canzoni di Kurt Weill e Bertolt Brecht” ideato insieme a Peppe Servillo, con gli arrangiamenti di Gianluigi Giannatempo e la direzione di Marco Tiso, progetto orchestrale che ha debuttato con L’Orchestra Jazz della Sardegna (JAZZOP 2021), con la MeJO Orchestra (Summertime Festival 2022 Casa del Jazz di Roma), con la C-Jazz Band della Scuola Civica di Milano di Enrico Intra al Teatro Lirico Giorgio Gaber, con il Brass Group di Palermo per il Winter Jazz Festival 2023

Il trio Folkways, con cui si è esibita in diversi Festival e rassegne: JAZZMI 2021, Summertime Festival Casa del Jazz, Genius Loci (Opera di Santa Croce a Firenze), “La grande notte del Jazz” e “Il Grande in Provincia (Teatro Grande di Brescia), Palermo Jazz Festival, Tolfa Jazz, Napoli Teatro Festival, Museo della Musica di Bologna. Si è esibita poi all’interno di diversi festival tra cui: Il Sapore della Storia EXPO 2015, Una Striscia di Terra Feconda, I Solisti del Teatro, Estate Fiesolana, Prix Italia 2019 a Capri, Auditorium Parco della Musica di Roma, Aula Magna Università La Sapienza, Istituti Italiani di Cultura di Varsavia e di Cracovia e Libreville

Molte le collaborazioni in ambito teatrale e performativo, tra cui: la performance vocale Instruments for Inquiring into the Wind and the Shaking Earth dell’artista Andrea Galvani(Ex Macro Testaccio) e la performance “APRIL 25th 2022” di Ra di Martino (Museo MAXXI ROMA). RomaEuropaFestival con lo spettacolo La Buona novella (con Mario Brunello, Stefano Benni, Chiara Caselli) L’opera da tre soldi con L’Orchestra MUSA dell’Università La Sapienza di Roma. Ha partecipato al coro di voci per la realizzazione dell’opera animata L’ultima volta che vidi mio padre, di Chiara Guidi (Societas Raffaello Sanzio).

Radio: La sua musica è stata trasmessa e presentata all’interno dei palinsesti delle Radio nazionali: Radio3 (Piazza Verdi, Radio3 Suite Il Cartellone, Battiti),RSI Radiotelevisione Svizzera Italiana (nei programmi La Recensione e Babilonia), la Radio Nazionale Belga RTBF; WEB NOTTE di Ernesto Assante, Radio1 Music Club, Soundcheck 24. A Dicembre 2021 ha condotto una puntata del programma Battiti di Rai Radio3, insieme ad Antonia Tessitore, dedicata all’Opera “Escalator Over the Hill” di Carla Bley e Paul Haines.

Si è laureata in musica Jazz (Triennio presso il Conservatorio di Frosinone, Biennio presso il Conservatorio di Santa Cecilia).Si è laureata in Filosofia, presso l’Università Sapienza di Roma. È Docente di Canto Jazz presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento.

MARCELLO ALLULLI

Sassofonista di rilievo nel panorama jazz nazionale, Marcello Allulli si distingue sia come leader che come membro di formazioni tra cui MAT Allulli-Diodati-Baron Trio, Roberto Gatto Imperfect Trio, Glauco Venier L’Insiùm Ensemble, Roberto Gatto Progressivamente, Costanza Alegiani Folkways, Norma Ensemble, Ceccarelli-Allulli duo, RAJ trio, Ettore Fioravanti 4tet.

Diplomato al Berklee College of Music di Boston, dal 2011 al 2018 è stato votato al JAZZIT AWARD tra i migliori sassofonisti italiani. Tra le collaborazioni: Kenny Wheeler, Norma Winstone, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto, Antonello Salis, Maria Pia De Vito, Rita Marcotulli, Mario Brunello, Fabrizio Sferra, Michel Godard, Tony Scott, Dave Binney, Shai Maestro.


L’intensa carriera di concerti internazionali lo vede protagonista in USA, Emirati Arabi,Giordania, Indonesia, Giappone, Turchia, Francia, Germania, Spagna, Belgio, Norvegia, Austria, Israele, Libano,Finlandia,India,Portogallo,Ucraina,Bulgaria . Tra le più importanti location italiane: Umbria Jazz Festival, Auditorium Parco della Musica di Roma, Clusone Jazz Festival, Time in Jazz a Berchidda, Atina Jazz Festival, Poiesis Festival di Fabriano, Università La Sapienza di Roma, Correggio Jazz Festival,Jazz Image a Villa Celimontana e Teatro Ambra Jovinelli, dove ha aperto con il suo MAT la performance “Racconti” di Ascanio Celestini.


Con il RAJ Trio, fondato insieme ad Antonio Jasevoli e Michele Rabbia, ha inciso nel 2010 l’album omonimo per l’etichetta Parco della Musica Records.

Dal 2004 collabora stabilmente con Glauco Venier, con cui incide lavori discografici come: “ Dal libro de Balli” di Giorgio Mainerio, Symphonika, The music of Frank Zappa . Dal 2015 fondano L’insiùm – Laboratorio permanente di ricerca musicale. Ad oggi L’Insiùm sta lavorando sui seguenti progetti :”La ricchezza della povertà”, omaggio a padre David Maria Turoldo, Il Dirigibile, sonorizzazione immagini sulla Prima Guerra Mondiale, retrospettiva sul compositore Giorgio Mainerio, omaggio a Frank Zappa.


Tra il 2011 ed il 2012 è stato Direttore artistico del Music Inn Jazz Club, tempio romano del jazz.


Da sempre proteso verso il settore cinematografico e teatrale, Marcello Allulli collabora nel 2002 con il pittore/scultore Gianfranco Baruchello per la realizzazione del video “Colpi a vuoto”. Nel 2003 compone le musiche per lo spettacolo teatrale “Canto per Shatila” scritto ed interpretato da Luigi Mezzanotte al Teatro dell’Orologio. Firma la colonna sonora del film “Ultimo Stadio” diretto da Ivano De Matteo. Nel 2012 il regista Francesco Calandra sceglie brani dell’album “Hermanos” come colonna sonora del film “La palestra”.

Collabora stabilmente con la regista Federica Altieri per l’allestimento di spettacoli teatrali tra cui “Roma Patria Comune”, presentato all’Auditorium del Mecenate di Roma,Teatro India, Teatro Argentina e nel settembre 2016 all’ Odin Teatret in Danimarca, con il supporto dell’ IIC di Copenaghen. Ha suonato per gli IIC Istituti Italiani di Cultura di : New Delhi, Lisbona, Giacarta, Strasburgo, Sofia, Copenaghen, Beirut, Kiev, Amman, Bombay, Tirana, Parigi ed Helsinki. Lusaka ed Harare. A maggio 2018 ha suonato per IIC di Copenaghen con un nuovo spettacolo teatrale di Federica Altieri in collaborazione con l’Odin Teatret e a giugno 2022 uno spettacolo sul poeta Valerio Magrelli . A luglio 2018 e’ stato in tour con il trio ZAS-Zanisi-Allulli-Sferra per IIC di Tirana.

RICCARDO GOLA è un contrabbassista e bassista romano classe 1980. Si è laureato alla Siena Jazz University studiando con insegnanti come Joe Sanders, Greg Hutchinson, Ralph Alessi, Demian Cabaud, Ferenc Nemeth, Seamus Blake e Logan Richardson. È attualmente membro di due delle formazioni di musica originale più interessanti della scena italiana, Simone Alessandrini Storytellers e Costanza Alegiani Folkways. È a sua volta compositore e bandleader, oltre ad aver suonato con Rosario Giuliani, Flavio Boltro, Max Ionata, Pino Jodice, Antonio Faraò, Fabrizio Sferra, Ettore Fioravanti, Francesco Diodati, Marcello Allulli e molti altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *